Videotel

Dimenticatoio:

Sistema telematico per lo scambio di informazioni, gestito dalla SIP (e quindi da Telecom) negli anni '80. Con procedure complesse (era necessario noleggiare un apposito apparecchio con monitor da 9 pollici) e costose (canone di abbonamento più costi di consumo telefonico), fu un sonoro fallimento, nonostante che gli equivalenti Prestel (Inghilterra) e Minitel (Francia) fossero stati un successo. La trasmissione avveniva a 1220 baud in ricezione ed a 75 baud in trasmissione, quindi un formato fuori standard per i modem. Ebbe pochissimi abbonati e sparì prima ancora dell’avvento di Internet. Tuttavia ci fù un picco di diffusione quando in Italia alcuni hacker scoprirono l'algoritmo di generazione delle password e che quindi riuscivano ad addebitare al proprietario della password l'intero costo dei servizi utilizzati. Inoltre molti utenti riuscivano a collegarsi alla rete tramite "l'adattatore telematico" per Commodore 64. Su VideoTel sono nate le prime chatroom, all'epoca definite "messaggerie", dove i pionieri hanno scoperto l'essenza dei rapporti virtuali. Tra le messaggerie diffuse all'epoca possiamo citare "Airone", "Abat-jour", "Agorà". Nacque inoltre anche una rivista con il medesimo nome della ormai defunta rete dove si discuteva del neonato cyberspazio.



Se hai gradito questa pagina crea un link sul tuo blog o sul tuo sito copiando questo tag
Link html oppure Indirizzo url:
Personal tools
Messaggi (TagBoard)