Goldrake-Atlas Ufo Robot

Dimenticatoio:

underconstruction.gif Questa voce è ancora in costruzione. Se puoi, registrati e contribuisci per completare e migliorare l'articolo.
Per visualizzare l'elenco completo delle voci in costruzione, vedi la relativa categoria Laboratorio.
Su Dimenticatoio siete voi i veri protagonisti del sito.

Goldrake o anche Atlas Ufo Robot, cosa dire di questo mitico cartone Giapponese, ha rappresentato l'infanzia di tutti noi. Prima di allora non si era mai visto nulla di simile, eravamo abituati all'animazione Americana fatta di pupazzetti alla Walt Disney, l'arrivo di Goldrake cambia tutto, gli ideali che introduce sono nuovi e fanno si che tutti noi ragazzi potessimo sentirci diversi...Adulti!!!!

Fu trasmesso per la prima volta sulle reti RAI e fu un vero successo che spinse le aziende a fabbricare capi di abbigliamento e gadget ispirate a questo cartone. La storia è molto nota: Actarus (il cui vero nome è Duke Fleed) scappa dal suo pianeta natale, Fleed, assediato e distrutto dagli abitanti di Vega e approda sulla Terra dove viene "adottato" da uno scienziato, il dottor Procton direttore del centro di Ricerche Spaziali, e accolto in una fattoria degli Stati Uniti. Qui la vita di Actarus si svolge nella serenità e semplicità della vita di campagna insieme a coloro che lo hanno accolto con gran affetto: Righel e i suoi figli Venusia e Mizar. Questi ultimi personaggi danno spesso vita a siparietti comici che però non allontanano mai Actarus dalla sua malinconia e dai brutti ricordi della sua famiglia sterminata (ad eccezione della sorella Maria). Ben presto le mire espansionistiche di Vega si estendono alla Terra e Actarus, temendo che anche il suo nuovo pianeta possa essere distrutto dalle forze del male, sposa la causa terrestre e combatte contro i mostri lanciati dal nemico con il robot Goldrake messo a punto dal dottor Procton. Intorno ad Actarus ruotano una serie di personaggi ben caratterizzati che danno una dimensione molto umana alla trama. Tra questi anche Alcor, un giovane arrivato dal Giappone per avvertirli del pericolo alieno e che lo aiuterà, con il suo minidisco, a sconfiggere i mostri in avvicinamento. In realtà Alcor (nome attribuito al personaggio dal doppiaggio italiano) altri non è che Koji Kabuto, il pilota del Mazinga Z, robot che, come Goldrake, nasce dalla fantasia di Go Nagai. La serie Goldrake è infatti una sorta di seguito della serie "Mazinga Z" anche se questo non è noto ai più a causa del pasticcio sui nomi creato dal doppiaggio italiano e a causa dell'inversione temporale con cui in Italia sono state trasmesse le due serie. Precisamente, al termine della serie "Mazinga Z" il robot si dimostra inadeguato a combattere i nuovi mostri lanciati da Mikene e viene quindi rimpiazzato da un robot più forte, il Grande Mazinga, guidato da Tetzuya Tzurugi, un orfano addestrato dal dottor Kabuto alla guida del nuovo gigante d'acciaio. Prendono così il via due serie parallele: Goldrake e il grande Mazinga. Una curiosità: anche il nome del robot è stato manipolati. Infatti il vero nome del robot è Grandizer (e la serie si chiama Ufo Robot Grandizer) e non Goldrake.



Immagine:Atlas_ufo_robot.jpg



Se hai gradito questa pagina crea un link sul tuo blog o sul tuo sito copiando questo tag
Link html oppure Indirizzo url:
Personal tools
Messaggi (TagBoard)