Gioca Jouer

Dimenticatoio:


Claudio Cecchetto


Il Gioca Jouer (1981) nasce dalla fantasia del dj (anzi, dee jay) e produttore Claudio Cecchetto (Ceggia, VE, 19 aprile, 1952).

Memore di celebri pezzi quali Il Ballo Di Simone (1968), l'ex batterista veneto, confezione quella che, di fatto, è una specie di quadriglia aggiornata agli anni 80.

Il pezzo parte con una voce, non di Cecchetto che, chissà perchè, conta fino a otto in inglese, dopo di che Cecchetto esordisce immediatamente col primo degli ordini (che è "dormire").

Alla fine del primo terzo del pezzo ci ammonisce chiedendoci (o meglio, ordinandoci) di farlo meglio e di fare attenzione alla differenza tra "camminare" e "nuotare" e di fare due volte i saluti alla fine.

Finita anche qusta sezione ci avverte che da questo momento in poi sarà molto più veloce nel dare i comandi cosicchè se noi saremo bravi ad eseguirli diveremmo "dei veri campioni di Gioca Jouer!!!".

Una volta finita anche questa terza, e ultima, tranche, di comandi, c'è un breve crescendo strumentale su cui alla fine la voce che abbiamo sentito all'inizio ci congeda con un "All right!!" con la chitarra che suona, fino ad essere sfumata, un giro di note molto simili ad una tarantella.

Detta così sembra un'idea semplice, e in effetti lo è; ma facendo di questo singolo (pubblicato su etichetta Hit Mania il cui logo riporta la testa bianca con la cuffia che da li a un anno diverrà il primo simbolo di Radio Dee Jay) la sigla del 31° Festival di Sanremo (condotto dallo stesso Cecchetto) e aggiungendo la notorietà del personaggio, Cecchetto arriva a vendere quasi 1.000.000 di copie intraprendendo, così, la carriera di produttore.

C'è da dire che non ha fatto tutto da solo, la musica, una semplice tarantella, come detto, è composta dall'ex Goblin Claudio Simonetti (che suona tutti gli strumenti), mentre la produzione è di Giancarlo Meo: lo stesso duo che alla fine del decennio precedente ha dato vita ad un disco fenomeno come gli Easy Going.

Sul retro del singolo c'è la versione strumentale.

Che l'idea fosse buona, lo dimostra il fatto che il pezzo è stato esportato anche in Francia (con lo stesso titolo ovviamente) interpretato da tale Maxie e nel 1983 in inglese dai Black Lace col titolo di Superman


Copertina della versione francese di "Gioca jouer"

Copertina della versione francese di "Gioca jouer".


In seguito Cecchetto, già voce di Rete 105 e poi popolare conduttore tv, lancerà altri due singoli: il tremendo Ska Chou-Chou (1981) e il piu' interessante Fotostop ('82), anticipatore del vogue.

Dopodichè abbandona questa strada ed intraprende una fortunata carriera di produttore discografico e impresario.



Se hai gradito questa pagina crea un link sul tuo blog o sul tuo sito copiando questo tag
Link html oppure Indirizzo url:
Personal tools
Messaggi (TagBoard)