Bia - La sfida della Magia

Dimenticatoio:

Due streghe quindicenni, Bia e Noa, vengono inviate sulla Terra per un periodo di apprendistato. Chi delle due, studiando attentamente il comportamento degli umani ma restando immune ai loro difetti e alle loro abitudini, supererà la prova potrà essere investita della più alta carica del suo paese, il titolo di regina del Regno delle Streghe. Ad accoglierle sulla Terra ci sono due ex streghe, che in passato si erano sfidate per lo stesso titolo, Mami e Kilia, ma entrambe poi avevano rinunciato alla magia per vivere sulla Terra e sposare l’uomo mortale di cui si erano innamorate.

Bia viene accolta calorosamente da Mami, purtroppo però si scontra con la diffidenza del marito dell’ex strega e con l’ostilità dei suoi pestiferi figli, Apo e Rabi. Mami decide così di fare un incantesimo facendo credere alla propria famiglia che Bia sia la figlia maggiore da poco tornata da un lungo viaggio. I rapporti con la famiglia Giapo finalmente si distendono, e Bia può così cominciare a imparare cosa voglia dire vivere da “umano”. Il relazionarsi con gli umani risulta invece molto più difficile a Noa, che solo lentamente imparerà ad apprezzarli.

Il soggiorno terreste delle due streghe è condito da continue sfide di magia, che vengono giudicate da Ciosa, un mago impiccione e imbroglione inviato dal Regno come arbitro. Ma Ciosa non è per niente un arbitro imparziale, infatti da subito parteggia per Noa, ciò lo spinge a tramare continuamente contro Bia per ostacolarla. Eppure, sebbene le due candidate siano molto diverse: Bia è allegra e estroversa, mentre Noa è più dura e introversa, sono comunque due concorrenti molto leali, cosicché neanche Noa apprezza i giochetti di Ciosa il quale finisce spesso col subire le vendette magiche di entrambe, che finiscono col diventare amiche, nonostante la sfida che le contrappone. Compagni di avventura di Ciosa sono la gatta siamese Frou Frou e il corvo Cra Cra, imbranati e antipatici, sempre impegnati a fare qualche dispetto alle streghe, finiscono invece col creare costantemente guai il loro capo.

I poteri magici delle due streghe vengono esaltati dalla pietra sulla fronte di Noa, e dal ciondolo a forma di cuore di Bia, che pronuncia la parola “Scialanda” ogni volta che fa una magia. Durante tutta la serie nessuna delle due streghe sembra prevalere sull’altra, infatti alla fine della gara il risultato è di parità, sono così costrette a ritornare sulla Terra e ricominciare la loro sfida.
     
  Immagine:Bianoa.jpg   



Sigla

b e a b e e ba be b e i ba be bi b e o ba be bi bo b e u bu ba be bi bo bu
c e a c e e ca ce c e i ca ce ci c e o ca ce ci co c e u cu ca ce ci co cu


e così tu mi sfidi ad imitare Bia ed a fare qualche magia
io farò sparire un fazzoletto se non lo trovi vai subito a letto
ma un cavallo da una stella non so se mi riuscirà
ma cantiamo insieme la canzone, forse Bia ci aiuterà


b e a b e e ba be b e i ba be bi b e o ba be bi bo b e u bu ba be bi bo bu
c e a c e e ca ce c e i ca ce ci c e o ca ce ci co c e u cu ca ce ci co cu

d e a d e e da de d e i da de di d e o da de di do d e u du da de di do du
f e a f e e fa fe f e i fa fe fi f e o fa fe fi fo f e u fu fa fe fi fo fu


appesa ad un ombrello colorato Bia è scesa sulla Terra per noi
viene da un paese molto lontano dove i bambini si danno la mano
dove ci son solo amici e puoi fare tutto quello che vuoi
e quel mondo se con lei tu canti lo ritroverai


b e a b e e ba be b e i ba be bi b e o ba be bi bo b e u bu ba be bi bo bu
c e a c e e ca ce c e i ca ce ci c e o ca ce ci co c e u cu ca ce ci co cu



Se hai gradito questa pagina crea un link sul tuo blog o sul tuo sito copiando questo tag
Link html oppure Indirizzo url:
Personal tools
Messaggi (TagBoard)